Valle del leone

E’ l’area più complessa, anche se ha perso gran parte del suo fascino per spoliazioni e abbandono. L’area chiamata del labirinto era ispirata alla Divina Commedia di Dante. Il visitatore doveva perdersi in un dedalo di siepi e passare un arco marmoreo difeso dalla lonza, oggi custodita nei locali del Teatro di Villa Galliera. La tomba di Chiabrera e Dante concludeva il percorso mistico progettato da Andrea Tagliafichi e Carlo Barabino tra il 1805 e il 1814.